Sanzioni per IVA primo trimestre 2017 non versata

27 settembre 2017

IVA non versata relativa al primo trimestre 2017.

Dopo le lettere inviate ai contribuenti a luglio, inerenti l'invito alla lettura della comunicazione di "compliance" con la quale l'Agenzia delle Entrate, facendo notare che non risultava pagata - in tutto o in parte - l'IVA relativa al primo trimestre 2017, invitava il contribuente ad utilizzare lo strumento del ravvedimentoi operoso per regolarizzare la posizione, proprio in queste ore stanno arrivando le prime irrogazioni di sanzioni. 

Ebbene si, l’omesso versamento IVA del primo trimestre è già passato al vaglio dell’Ufficio Controlli Automatizzati, e così ecco arrivare le multe, che comprendono imposta, interessi e sanzioni piene, ovvero al 30% (fatta salva la riduzione al 10% in caso di versamento nei 30 giorni).

Vediamo quali sono gli effetti.

Il soggetto IVA in temporanea difficoltà finanziaria, prima dell'introduzione di questo adempimento (Comunicazioni Periodiche IVA), aveva molto più tempo per pagare l'IVA dovuta, potendo peraltro utilizzare lo strumento del ravvedimento operoso e quindi ridurre in maniera significativa le sanzioni. Con l’invio della Dichiarazione IVA Annuale (a febbraio dell’anno successivo), l’Agenzia delle Entrate era nelle condizioni di incrociare i versamenti con quanto dichiarato. Quindi, gli avvisi di pagamento con relative sanzionil venivano notificati orientativamente non prima di cinque/sei mesi dall’invio della Dichiarazione IVA. In pratica, c’era un anno circa di aspettativa per potersi mettere in regola. 

Il nuovo adempimento - passato un pò in sordina - relativo alla Comunicazione Periodica IVA, comporta che l’azienda, il lavoratore autonomo, il professionista, l'artigiano, il piccolo commerciante si vede già sanzionato in misura piena, già dopo quattro mesi dal mancato versamento, e non può più avvalersi del ravvedimento operoso, perché quest’ultimo è inibito laddove siano già iniziati i controlli.

Lo Studio è a disposizione per richieste di approfondimento e analisi di casi specifici.

   Costantino Caramagno

 

Archivio news

 

News dello studio

dic30

30/12/2017

Dividendi con tassazione unica al 26%

Dividendi con tassazione unica al 26%

Novità Legge di Bilancio 2018 La legge di bilancio 2018 ha previsto diverse modifiche al regime dei dividendi che sono finalizzate ad equiparare il regime di tassazione degli utili qualificati

ott16

16/10/2017

Bonus fiscali immobili tra presente e futuro

Bonus fiscali immobili tra presente e futuro

Con la fine del 2017 il panorama dei bonus fiscali in edilizia è destinato a cambiare. Stando alle norme attualmente in vigore, infatti, le agevolazioni per ecobonus 65%, detrazione IRPEF del

ott9

09/10/2017

Elenchi Intrastat - semplificazioni dal 2018

Elenchi Intrastat - semplificazioni dal 2018

Il provv. Agenzia delle Entrate 25.9.2017 n. 194409, in attuazione di quanto previsto dall’art. 50 co. 6 del DL 331/93, come modificato dal DL 244/2016, contiene misure di semplificazione degli

News

ago21

21/08/2019

e-commerce e Temporary Export Manager: come chiedere i finanziamenti agevolati

È aperto lo sportello SIMEST che permette

ago20

20/08/2019

Fonti rinnovabili: definite le modalità per le imprese che chiedono gli incentivi

Stabilite le modalità tramite le quali

ago21

21/08/2019

Scadenze fiscali: ingorgo autunnale per imprese e professionisti

Si preannuncia un autunno di fuoco per

ago20

20/08/2019

Lavoratori di fibre ceramiche refrattarie: estensione dei benefici previdenziali

Nella circolare n. 119 del 2019, l’INPS

ago20

20/08/2019

Lavoro sportivo: delega al Governo per riordino e semplificazione della disciplina

Con la legge n. 96 del 2019, pubblicata