Start up innovative - novità agevolazioni

08 ottobre 2017

Alle somme investite in start up innovative sono riconosciute alcune specifiche agevolazioni fiscali.  E' prevista, pertanto, una normativa di favore che consente ai soggetti IRPEF e ai soggetti IRES di detrarre o dedurre le somme investite in imprese start up innovative.

Per gli anni 2013, 2014, 2015 e 2016 è prevista:

  • una detrazione IRPEF del 19% (25% per le start up a vocazione sociale o operanti in ambito energetico) dei conferimenti effettuati in una o più start up innovative, con un ammontare massimo di investimento consentito in ciascun periodo pari a 500.000 euro;
  • una deduzione IRES del 20% (27% per le start up a vocazione sociale o operanti in ambito energetico) dei conferimenti rilevanti effettuati in una o più start up innovative, con un ammontare massimo di investimento consentito in ciascun periodo pari a 1.800.000 euro.

Le agevolazioni spettano fino ad un ammontare complessivo dei conferimenti ammissibili non superiore a 15.000.000 euro per ciascuna start up innovativa; ai fini del calcolo di tale ammontare massimo, rilevano tutti i conferimenti agevolabili ricevuti dalla start up innovativa nei periodi di imposta di vigenza del regime agevolativo.

Per l'anno 2017 è prevista un disciplina fiscale di maggior favore.

La legge di bilancio 2017 (art. 1 co. 66 - 68 della L. 232/2016) ha reso permanente, dal 2017, la disciplina fiscale di favore prevista per i soggetti che investono in start up innovative. 
A decorrere dal 2017, la misura dell'agevolazione di cui all'art. 29 del DL 179/2012 è prevista in misura pari al 30% sia per la detrazione dall'imposta per i soggetti IRPEF sia per la deduzione dal reddito per i soggetti IRES, indipendentemente dalla tipologia di start up innovativa beneficiaria; la nuova aliquota riguarda, quindi, anche le start up innovative a vocazione sociale e quelle che commercializzano esclusivamente prodotti e servizi innovativi ad alto valore tecnologico in ambito energetico.

Inoltre, il limite massimo di investimento su cui calcolare la detrazione d'imposta per i soggetti IRPEF è pari a 1.000.000 di euro.

Inoltre, lart. 27 del DL 179/2012 prevede l'esenzione, sia ai fini fiscali che contributivi, del reddito di lavoro derivanmte dall'assegnazione di strumenti finanziari diretti a remunerare prestazioni lavorative e consulenze qulificate.

Ai sensi dell'art. 26 co.4 del DL 179/2012, per le start up innovative è prevista la disapplicazione della disciplina in materia di:

  • società di comodo, di cui all'art. 30 della L. 724/94;
  • società in perdita sistematica, di cui all'art. 2 co. 36-decies - 36-duodecies del DL 138/2011.

 

Lo Studio è a disposizione per richieste di approfondimento e analisi di casi specifici.

   Costantino Caramagno

 

Archivio news

 

News dello studio

dic30

30/12/2017

Dividendi con tassazione unica al 26%

Dividendi con tassazione unica al 26%

Novità Legge di Bilancio 2018 La legge di bilancio 2018 ha previsto diverse modifiche al regime dei dividendi che sono finalizzate ad equiparare il regime di tassazione degli utili qualificati

ott16

16/10/2017

Bonus fiscali immobili tra presente e futuro

Bonus fiscali immobili tra presente e futuro

Con la fine del 2017 il panorama dei bonus fiscali in edilizia è destinato a cambiare. Stando alle norme attualmente in vigore, infatti, le agevolazioni per ecobonus 65%, detrazione IRPEF del

ott9

09/10/2017

Elenchi Intrastat - semplificazioni dal 2018

Elenchi Intrastat - semplificazioni dal 2018

Il provv. Agenzia delle Entrate 25.9.2017 n. 194409, in attuazione di quanto previsto dall’art. 50 co. 6 del DL 331/93, come modificato dal DL 244/2016, contiene misure di semplificazione degli

News

mag16

16/05/2019

Accesso al credito: il commercialista sarà sempre più advisor finanziario dell'azienda

Il commercialista riveste un ruolo essenziale

mag24

24/05/2019

ISA ancora non disponibili, serve una proroga dei termini di versamento

A causa dei ritardi accumulati nella messa

mag24

24/05/2019

Ritardato pagamento: interessi di mora al 2,68%

A decorrere dal 1° luglio 2019, gli interessi

mag24

24/05/2019

CCNL cooperative sociali: ratifica dell'accordo del 28 marzo 2019

Agci-solidarietà, Federsolidarietà-Confcooperative,